martedì 18 giugno 2019

European Commission - Unione bancaria: nell'UE continuano a diminuire i crediti deteriorati


Gli sforzi per ridurre i rischi nel settore bancario dell'UE stanno dando i loro frutti, secondo i nuovi dati pubblicati oggi dalla Commissione europea.
Nella quarta relazione sui progressi compiuti nella riduzione dei crediti deteriorati la Commissione conferma oggi la tendenza alla riduzione dei crediti deteriorati verso i livelli precedenti la crisi.
La quota dei crediti deteriorati delle banche dell'UE è diminuita di oltre la metà dal 2014, scendendo al 3,3% nel terzo trimestre del 2018, con un calo di 1,1 punti percentuali su base annua.
Muovendo dalle conclusioni del Vertice euro del dicembre 2018, la relazione di oggi alimenterà il dibattito sul completamento dell'Unione bancaria in occasione della prossima riunione dei ministri delle Finanze dell'UE, il 14 giugno, tra l'altro sulle misure da adottare per la realizzazione del sistema europeo di assicurazione dei depositi (EDIS).
(...) In una comunicazione sull'approfondimento dell'Unione economica e monetaria pubblicata anch'essa oggi la Commissione invita i leader dell'UE a finalizzare le modifiche al trattato che istituisce il meccanismo europeo di stabilità e a compiere un rinnovato sforzo per procedere verso il completamento dell'Unione bancaria. Insieme al completamento dell'Unione bancaria, questo è essenziale per lo sviluppo dell'Unione economica e monetaria e il rafforzamento del ruolo internazionale dell'euro.
Nonostante i chiari miglioramenti, le quote elevate di crediti deteriorati continuano a rappresentare un problema in alcuni Stati membri e meritano un'attenzione costante. La comunicazione odierna invita gli Stati membri e il Parlamento europeo ad accelerare i lavori sulle proposte ancora in discussione per integrare l'azione dell'UE per affrontare la questione. Sono già stati compiuti importanti passi avanti verso la piena attuazione del piano d'azione dell'UE per affrontare gli elevati stock di crediti deteriorati. Tuttavia, la Commissione invita i colegislatori a raggiungere rapidamente un accordo sulle misure proposte in merito all'analisi comparativa dei quadri nazionali di esecuzione dei prestiti e dei quadri in materia di insolvenza e a porre maggiormente l'accento sull'insolvenza nel processo del semestre europeo.(...)

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player

3B Meteo è qui