martedì 19 gennaio 2016

Segnalazione da Giurisprudenza Costituzionale - L’uso fatto della Carta dei diritti dell’Unione nella giurisprudenza costituzionale (2000-2015)

Lara Trucco

L’uso fatto della Carta dei diritti dell’Unione nella giurisprudenza costituzionale (2000-2015) *
* Scritto destinato a L. D’Andrea - G. Moschella - A. Ruggeri - A. Saitta, La Carta dei diritti dell’Unione europea e le altre Carte (ascendenze culturali e mutue implicazioni), Giappichelli, 2016.

SOMMARIO : 1. L’uso “precursore” della Carta proclamata a Nizza. – 2. Segue: Altri tipi di impiego della Carta di Nizza. – 3. Le “tracce” lasciate dalla Carta “adattata”, “costituzionalizzata” e “ratificata” dall’Italia. – 4. L’uso “certo” della Carta “incerta” dopo i “no” dei referendum francese e olandese. – 5. L’uso della Carta “riproclamata” a Strasburgo tra “stop and go”. – 6. La “fase entusiastica” della Carta di Strasburgo-Lisbona, all’insegna della continuità. – 7. La Carta, per la Corte, nella sent. n. 80 del 2011, anche nella prospettiva dell’adesione dell’Unione alla CEDU. – 8. Segue: L’ambito “competenziale” di applicazione (anche) per la Corte costituzionale. – 9. La Carta ed i giudizi di costituzionalità, nel quadro di tutela multilivello dei diritti. – 10. Segue: Le norme costituzionali di riferimento. – 11. Alcune considerazioni conclusive. 

http://www.giurcost.org/studi/TruccoCartaUE.pdf

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player