mercoledì 12 giugno 2019

Approfondire l'Unione economica e monetaria dell'Europa: bilancio della Commissione sui progressi compiuti

Valdis Dombrovskis, Pierre Moscovici © EU
12/06/2019 - Economy and the euro
Ahead of the Euro Summit on 21 June 2019, the European Commission takes stock of the progress made to deepen Europe's Economic and Monetary Union since the Five Presidents' Report and calls on Member States to take further concrete steps.
  • Remarks by Vice-President Dombrovskis
  • Remarks by Commissioner Moscovici
  • Communication
  • Factsheet
  • Banking Union: Non-performing loans in the EU continue to decline
    • collegamento al testo in Italiano (Nella quarta relazione sui progressi compiuti nella riduzione dei crediti deteriorati la Commissione conferma oggi la tendenza alla riduzione dei crediti deteriorati verso i livelli precedenti la crisi. La quota dei crediti deteriorati delle banche dell'UE è diminuita di oltre la metà dal 2014, scendendo al 3,3% nel terzo trimestre del 2018, con un calo di 1,1 punti percentuali su base annua.Muovendo dalle conclusioni del Vertice euro del dicembre 2018, la relazione di oggi alimenterà il dibattito sul completamento dell'Unione bancaria in occasione della prossima riunione dei ministri delle Finanze dell'UE, il 14 giugno, tra l'altro sulle misure da adottare per la realizzazione del sistema europeo di assicurazione dei depositi (EDIS).
  • Staff working document: Strengthening the International Role of the Euro
  • Collegamento al testo in Italiano (In vista del vertice euro del 21 giugno 2019, la Commissione europea traccia oggi un bilancio dei progressi compiuti nell'approfondimento dell'Unione economica e monetaria dell'Europa dalla relazione dei cinque presidenti e invita gli Stati membri ad adottare ulteriori misure concrete. Nei 4 anni successivi alla pubblicazione della relazione sono stati compiuti notevoli progressi nel rafforzamento della zona della moneta unica, per rendere l'Unione economica e monetaria dell'Europa più solida che mai. È stato fatto fronte a molte delle lacune che erano emerse con la crisi economica, finanziaria e sociale del periodo successivo al 2007, ma resta tuttora necessario compiere altri importanti passi. La moneta unica e il coordinamento delle politiche economiche sono mezzi per conseguire determinati obiettivi, vale a dire: più lavoro, crescita, investimenti, equità sociale e stabilità macroeconomica per i membri della zona euro e per l'UE nel suo complesso. (...) strumento di bilancio per la convergenza e la competitività, le modifiche al trattato che istituisce il meccanismo europeo di stabilità, completare l'Unione bancaria, accelerare l'avanzamento dell'Unione dei mercati dei capitali, ridurre ulteriormente i rischi nell'Unione bancaria, sviluppare l'uso dell'euro a livello internazionale (...))

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player

3B Meteo è qui