giovedì 1 giugno 2017

Segnalazione da "LaVoce.Info" - Perchè servono gli European safe bond | M. Pagano

(...) Per superare l’impasse, è necessario creare un titolo che sia 1) sicuro, e quindi possa esser detenuto dalle banche senza rischi, ma anche 2) europeo (e non emesso solo da alcuni stati europei) e al tempo stesso 3) capace di non creare una responsabilità solidale tra questi stati, esponendo per esempio i cittadini tedeschi al rischio di dover pagare debiti contratti dallo stato italiano. La proposta degli European Safe Bond (Esb), descritta da Markus Brunnermeier, Sam Langfield, Marco Pagano, Ricardo Reis, Stijn Van Nieuwerburgh e Dimitri Vayanos, mira proprio a soddisfare tutti e tre i requisiti.

L’idea è creare un portafoglio ben diversificato di debito pubblico degli stati dell’area dell’euro e cartolarizzarlo emettendo al suo posto due titoli, uno più sicuro – detto appunto Esb – e l’altro più esposto al rischio di insolvenza da parte degli stati emittenti – detto European Junior Bond (Ejb). Il titolo più sicuro si gioverebbe non solo della protezione derivante dalla diversificazione del rischio, ma anche da quella assicurata dall’esistenza di un titolo subordinato (l’Ejb), che in caso di insolvenza da parte di uno stato fungerebbe da “cuscinetto”, assorbendo per primo le perdite. (...)




Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player