martedì 11 aprile 2017

CoR - Dichiarazione di Roma: la voce delle regioni e delle città è stata ascoltata!Insieme costruiremo un'Unione europea con e per i cittadini

"Dobbiamo essere orgogliosi di quanto l'Europa ha conseguito in 60 anni di pace e di prosperità. Il mio messaggio, qui a Roma, è chiaro: la nostra Unione potrà restare in vita, e mantenere le sue promesse, solo se i cittadini e le loro comunità regionali e locali vi parteciperanno in prima persona. Il Comitato europeo delle regioni è pronto ad impegnarsi perché ciò si realizzi" ha dichiarato il Presidente del CdR Markku Markkula, partecipando, il 25 marzo a Roma, alle celebrazioni ufficiali per il 60º anniversario dell'UE.
La dichiarazione di Roma mostra un forte impegno a "dare ascolto e risposte alle preoccupazioni espresse dai (...) cittadini" europei e a collaborare "a livello di Unione europea, nazionale, regionale o locale per fare davvero la differenza, in uno spirito di fiducia e di leale cooperazione, sia tra gli Stati membri che tra di essi e le istituzioni dell'UE, nel rispetto del principio di sussidiarietà".
"La firma della dichiarazione di Roma è un momento decisivo per aprire il progetto europeo ai cittadini" ha sottolineato il Presidente Markkula. "Oggi, in tutta modestia, dobbiamo tornare ai fondamentali. Tutte le nostre azioni devono essere fondate sulla fiducia. Il CdR si adopererà per garantire che i governanti prestino ascolto alle preoccupazioni dei cittadini e prendano le decisioni che riguardano l'UE il più vicino possibile ai luoghi dove questi vivono e lavorano". (...)

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player