venerdì 23 ottobre 2015

Domande frequenti su Xylella fastidiosa | Autorità europea per la sicurezza alimentare

Xylella fastidiosa, un batterio patogeno delle piante, è stato riscontrato negli ulivi in provincia di Lecce, in Puglia, Italia, nell’ottobre 2013, primo focolaio infettivo verificatosi nell’Unione Europea in condizioni di campo. La Commissione europea ha chiesto all'EFSA di fornire assistenza scientifica e tecnica urgente su X. fastidiosa. Nel novembre 2013 l'EFSA ha pubblicato una dichiarazione in cui esaminava la gamma delle possibili piante ospiti e dei vettori del patogeno, le vie d'ingresso e diffusione nonché le opzioni per la riduzione del rischio. Nel mese di gennaio 2015 a questo lavoro ha fatto seguito una valutazione completa dei rischi per la salute delle piante da X. fastidiosa nell’UE, con l’individuazione e la valutazione delle opzioni di riduzione del rischio. Nel marzo 2015 l'EFSA ha pubblicato un elenco elettronico recante la lista delle piante ospiti di X. fastidiosa. A seguito di una richiesta urgente della Commissione europea, nell’aprile del 2015 l’EFSA ha analizzato nuovi studi scientifici apparsi da poco e citati a sostegno di una ipotesi che alcuni funghi tracheomicotici, piuttosto che la Xylella fastidiosa, fossero la causa primaria del declino degli ulivi in Puglia. L’EFSA ha pubblicato poi una dichiarazione in cui concludeva che non vi era al momento alcuna evidenza scientifica che suffragasse tale ipotesi. (...)

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player