domenica 26 luglio 2015

Per memoria: Dichiarazione di Riga: l’Agenda urbana europea è una priorità per la Commissione

Mercoledì 10 giugno la Presidenza Lettone del Consiglio dell’UE ha riunito a Riga, in Lettonia, i Ministri europei responsabili per la politica di coesione territoriale e gli affari urbani per discutere dello sviluppo di un’Agenda urbana europea.
La posizione degli Stati membri è stata riassunta nellaDichiarazione di Riga.
Il documento identifica gli elementi chiave e i principi di base che dovranno essere presi in considerazione nella definizione della futura Agenda urbana europea. 
Gli elementi principali oggetto della Dichiarazione sono: il riconoscimento della diversità delle aree urbane, la concentrazione sulle opportunità offerte dalle aree urbane, l’attuale povertà delle politiche europee che hanno una dimensione urbana, e la cooperazione tra aree urbane.
Per la prima volta i ministri responsabili per lo sviluppo territoriale e urbano hanno avuto l’opportunità di discutere dell’Agenda urbana dell’UE a livello politico con gli alti rappresentanti delle istituzioni europee e le organizzazioni partner.
In tal occasione è stato stabilito il pieno riconoscimento politico per lo sviluppo dell’Agenda urbana nel rispetto dei principi di sussidiarietà, proporzionalità e delle indicazioni della consultazione pubblica sull’Agenda urbana
Attenzione particolare è stata rivolta anche alle città piccole e medie, capaci di agire da collegamento tra il mondo urbano e rurale e all’importanza della città come catalizzatore di servizi e opportunità economiche.
La Dichiarazione di Riga fornirà un quadro di riferimento per le prossime Presidenze per l’identificazione delle priorità e azioni per l’implementazione di una politica urbana europea comune.
L’Agenda urbana è ora formalmente una priorità della Commissione.
Il Consiglio ha infine invitato ciascun Paese membro a contribuire attivamente alla definizione delle tematiche specifiche di intervento da individuare all’interno delle tre aree identificate dalla consultazione pubblica (“azioni innovative”) per lo sviluppo e futura implementazione dell’Agenda urbana europea.

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player