giovedì 18 dicembre 2014

Per memoria: Horizon 2020 e la "rete"

Al GIURI si è discusso dei principali cambiamenti di Horizon 2020
Il GIURI, gruppo informale degli uffici di rappresentanza italiani a Bruxelles, ha incontrato Sebastiano Fumero (Capo Unità “Participant Validation and Support”, Research Executive Agency), che ha tenuto un intervento sui cambiamenti apportati alla REA (research executive agency),  i suoi nuovi compiti ed obiettivi, con un focus sulle nuove metodologie di valutazione collegate ai diversi strumenti Horizon. 
Sebastiano Fumero ha illustrato i diversi step del processo di valutazione, che rispetto al 7PQ è stato adattato alle specifiche di Horizon 2020: proposte multi-disciplinari e multi-settoriali e attività innovative più orientate al mercato. Ciò comporterà anche il reclutamento di nuovi profili di esperti. A questo proposito, è stata lanciata lo scorso novembre una call aperta per la registrazione nel data base degli esperti. Rispetto al 7PQ, Horizon 2020 coinvolgerà molto di più le agenzie esecutive, con un incremento della percentuale di esternalizzazione dal 35% al 65%. 
I soggetti senza personalità giuridica, non ammissibili nell’ambito del 7PQ, possono ora concorrere per i finanziamenti di Horizon 2020 ad alcune condizioni: avere un legale rappresentante capace di intraprendere azioni giuridiche vincolanti in nome e per conto dell’entità ed essere in grado di presentare le garanzie richieste dal nuovo regolamento finanziario.
Anche il nuovo soggetto giuridico italiano del contratto di rete può essere considerato soggetto eleggibile se ha un organo comune che intraprende azioni per la rete, se dispone di un fondo patrimoniale e se il contratto di rete ha durata ragionevolmente superiore a quella del grant ricevuto. 
Per ogni progetto ci sarà un solo tasso di finanziamento del 100% (70% in caso di attività vicine al mercato, con l’eccezione degli enti no profit). Le piccole e medie imprese godranno di una serie di agevolazioni e semplificazioni, come il questionario on line per facilitare il processo di validazione, il controllo della capacità finanziaria limitato ai soli coordinatori privati per grant superiori ai 500.000 euro e i limiti agli audit. ( disponibili Power point in lingua).

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player