giovedì 18 dicembre 2014

In tema di Politica Europea di Coesione


Nell’ambito della commissione REGIO del Parlamento europeo è stato presentato lo studio su “L'attuazione della politica di Coesione 2014-2020: preparativi e capacità amministrativa degli Stati membri”. 
Lo scopo dello studio è di valutare la capacità amministrativa degli Stati membri nell’implementazione della Politica di coesione (2014-2020) e i preparativi intrapresesi a livello amministrativo per un inizio positivo del periodo di programmazione. 
Quattordici casi sono stati analizzati, per quanto riguarda l’Italia lo studio sottolinea la necessità di migliorare la comunicazione tra il livello nazionale e quello regionale, nonché un monitoraggio maggiore delle regioni nella fase di attuazione dei programmi.
Per permettere una gestione efficace dei nuovi fondi, il documento propone alcune raccomandazioni, tra cui la necessità da parte della Commissione europea di un maggior controllo in materia di capacità amministrativa; l’adempimento delle condizionalità ex ante e una migliore comunicazione tra Parlamento e Commissione europea, affinché l’attuazione dei programmi sia condotta da entrambe le Istituzioni. 
 
Il Consiglio Affari generali ha adottato delle conclusionisul sesto rapporto sulla coesione riconoscendo che la politica di coesione è la politica di investimento principale a livello europeo per attuare la coesione economica, sociale e territoriale.
 
 

Nessun commento:

EUVideoUE

WebRadioScout Player